MENU

CONOSCI I PRINCIPI ATTIVI

 Il principio attivo è il vero cuore del farmaco, la sostanza con il potere terapeutico.
Vuoi sapere quali sono i principi attivi alla base dei medicinali più usati?
In questa sezione puoi trovare tutte le informazioni sui principi attivi utili al trattamento delle patologie più comuni.

I testi contenuti in questa sezione sono realizzati da Egualia sintetizzano le informazioni
desunte dai Riassunti delle Caratteristiche del Prodotto (RCP) e dei Fogli Illustrativi (FI)
aggiornati dei farmaci autorizzati in Italiacontenuti nella Banca Dati AIFA (Agenzia italiana del farmaco).

(ultimo aggiornamento: marzo 2021)

Farmaco di classe C acquistabile senza ricetta medica.

Compresse da 200 e 400 mg.

A che cosa serve

Antinfiammatorio non steroideo (FANS). Ibuprofene riduce la febbre e allevia il dolore da lieve a moderato di varia natura, inclusi mal di testa, mal di denti, dolori mestruali, dolori muscolari ed articolari di lieve entità, febbre.

Quanto ne serve

Negli adulti e nei bambini con più di 12 anni la posologia abituale è di 1-2 compresse da 200 mg o di 1 compressa da 400 mg per 2-3 volte al giorno. Non superare il dosaggio massimo consentito di 6 compresse al giorno. Gli anziani dovrebbero limitare l’assunzione ai minimi dosaggi efficaci.

Come e quando si prende

Si assume con un po' d’acqua, preferibilmente durante un pasto per ridurre i possibili disturbi gastrici.

Avvertenze e indicazioni

I farmaci antinfiammatori/antidolorifici come ibuprofene possono essere associati a un modesto aumento del rischio di attacco cardiaco o ictus, specialmente se somministrati in dosi elevate. Non superare pertanto la dose raccomandata o la durata del trattamento (3 giorni).

Non assumere durante gravidanza o allattamento. L’uso prolungato del farmaco potrebbe causa problemi alla fertilità delle donne.

Ibuprofene può causare sonnolenza, vertigini e depressione. Fare particolare attenzione prima di mettersi alla guida di veicoli o di usare macchinari.

Effetti indesiderati, controindicazioni, interazioni

I più comuni effetti indesiderati sono stanchezza (astenia), affaticamento, capogiro, sonnolenza, mal di testa, senso di pesantezza allo stomaco, dolore alla bocca dello stomaco (epigastrio) o all’addome, indigestione (dispepsia), nausea, diarrea, flatulenza e costipazione, eruzioni cutanee.

In soggetti sani e non specificamente intolleranti, per prevenire i possibili fastidi è in genere sufficiente assumere il farmaco dopo i pasti, rispettando i dosaggi consigliati.

Informare sempre il medico prima di assumere ibuprofene in caso si stiano assumendo i seguenti farmaci:

  • acido acetilsalicilico o altri FANS (anti-infiammatori e analgesici)
  • diuretici (farmaci che aumentano la diuresi, esempio furosemide);
  • anticoagulanti
  • antipertensivi
  • litio e inibitori selettivi del reuptake della serotonina (esempio fluoxetina)
  • corticosteroidi (farmaci utilizzati per l’asma grave o contro le reazioni allergiche)
  • qualsiasi altro medicinale contenente ibuprofene o antidolorifici FANS, inclusi quelli che si possono acquistare senza prescrizione medica
  • metotrexato, farmaco utilizzato nei tumori.

 

 

A cura di HPS Health Publishing and Services. Scheda aggiornata al 04.03.2021